MaltaCharters Whales position

Un incontro inaspettato, o quasi.

Febbraio 18, 2019
Uncategorised

Siamo quasi alla fine della seconda giornata di viaggio, dopo una splendida veleggiata a ovest della Corsica attraverso il Santuario Internazionale dei Cetacei Pelagos, facciamo un incontro inatteso sebbene sperato.

Gli occhi sono stanchi, ma i nostri amici di EcoMarine Malta ci avevano consigliato di non abbassare la guardia. Siii Ecco, a poca distanza da noi qualcosa  si profila tra le onde. Ci avviciniamo, e’ enorme quasi quanto i 38 piedi del nuovo Dufour 382GL che stiamo conducendo a Malta per MaltaCharters. Un soffio ed eccole li …

Una Balenottera comune  ed il suo piccolo, che stanno facendo la stessa nostra rotta. L’emozione di udire il loro potente respiro ti mette in pace con la natura, la stanchezza della giornata ci abbandona in un attimo e riusciamo a scattare una veloce foto dalla seconda barca il Dufour 460GL che ci permette una maggiore stabilita’ e sicurezza nell’avvicinarci con cautela e a debita distanza a questi maestosi animali. Seguiamo il Codice di Condotta Accobams, secondo le istruzioni di Patrizia, la nostra biologa marina di fiducia.

Ci allontaniamo senza incrociare la loro rotta, con la speranza di vedere altri cetacei lungo il nostro viaggio verso Malta. 

Grazie a Costa Balenae whale and nature watching per le foto.

Seguici per per conoscere i dettagli di questo viaggio e sognare con noi la prossima vacanza a Malta con MaltaCharters  e EcoMarine Malta

 

La Balenottera comune (Balaenoptera phisalus) è l’unico misticete ad vivere abitualmente nel Mar Mediterraneo. E’ il secondo animale più grande al mondo dopo la Balenottera azzurra. Può raggiungere i 24 metri di lunghezza con un peso massimo di 70 tonnellate.

Si nutre principalmente di zooplancton ed in particolare di Meganichtiphanes Norvegica. Dopo anni di ricerca condotti dall’Istituto Tethys sappiamo che le balenottere del Mar Mediterraneo appartengono ad una popolazione geneticamente separata da quelle dell’Oceano Atlantico, quindi abbiamo la Nostra balenottera. Il che è straordinario e fantastico.

Circa 1000 individui frequentano il Santuario Pelagos, di cui 300 sono stati catalogati grazie alla fotoidentificazione dai ricercatori dell’istituto Tethys. Durante l’eatste è pssibile incontrarli nel bacino Corso Ligure provenzale.

Spostamenti di due balenottere in Mar Mediterraneao taggate con localizzatore staellitare. By Thethys